Viagra, Levitra, Cialis e Spedra : quali sono le differenze?

2
22698

Negli ultimi 20 anni i trattamenti per la disfunzione erettile sono diventati sempre più popolari. E i più noti in assoluto sono quei farmaci appartenenti alla categoria degli inibitori della fosfodiesterasi  di tipo 5 (PDE5-i).

Fortunatamente oggi l’impotenza non è più un taboo come lo era in passato e adesso sempre più uomini cercano una soluzione al loro problema. Mentre però nel 1998 esisteva solo il Viagra, oggi il mercato offre tante soluzioni: Viagra, Levitra, Cialis e l’ultimo arrivato Spedra. E sicuramente tra 10 anni avremo altre molecole che si aggiungeranno alla lista.

Ma quali sono le differenze tra questi farmaci? Fanno tutti la stessa cosa o ci sono dei vantaggi nel prendere l’uno piuttosto che l’altro?

Iniziamo con il Viagra (Sildenafil). Il primo in assoluto. Nel 2012 il Viagra deteneva il 45% del mercato dei PDE5i venduti in tutto il mondo. Una volta assunto (a stomaco vuoto) entra in azione tra i 30 e i 60 minuti e la sua efficacia può essere testata entro le 4 ore dall’assunzione. Se lo si assume dopo i pasti l’azione potrebbe essere ritardata. Gli effetti collaterali più comuni sono : vampate di calore, disturbi visivi e cefalee.

Veniamo al Levitra (Vardenafil). Molecola molto simile al Sildenafil, pertanto il suo profilo farmacocinetico è altrettanto simile. Entra in azione tra i 25 e i 60 minuti dall’assunzione(a stomaco vuoto). Anche in questo caso se assunto dopo un pasto abbondante la sua azione potrebbe essere ritardata. Generalmente la sua azione perdura fino a 5 ore. Tra gli effetti collaterali il più comune è la cefalea, poi vi sono distubi visivi con possibile aumento della lacrimazione e disturbi della percezione cromatica.

Il Cialis (Tadalafil) è stata disegnata come “weekend pill” ( o pillola del weekend) o come “daily pill” (pillola giornaliera). Entra in azione tra i 30 e i 60 minuti dopo l’assunzione e ciò non sembra essere influenzato dalla assunzione di cibo. La sua azione perdura fino a ben 36 ore (da qui la denominazione di pillola del weekend). Anche lo spettro degli effetti collaterali è leggermente diverso dagli altri : dolori muscolari, alla schiena, cefalee e reflusso.

Lo Spedra (Avanafil) è l’ultimo arrivato. In commercio da circa 2 anni. E’ oramai noto per la sua rapidità di azione, che rispetto agli altri si riduce a 15-30 minuti dalla sua assunzione. La sua azione dura 4-5 ore come gli altri ma la lista di effetti collaterali sembra più corta, annoverando cefalee, vampate di calore e congestione nasale tra i più comuni.

E’ chiaro che le differenze tra i vari PDE5i sono minime, a parte forse per il Cialis che stacca tutti gli altri per durata di azione. Oggi in commercio ne esistono quattro, ma nel prossimo futuro si aggiungeranno l’udenafil, il mirodenafil e il lodenafil che adesso è in incluso in uno studio di fase 3. Questo in un’ottica più ampia significa che ci si sta indirizzando verso una “personalizzazione” della terapia per la disfunzione erettile, opera che si completerà quando altre categorie di farmaci orali irromperanno nel mercato.

 
Marco Capece
Il dott. Marco Capece è Specialista in formazione presso la Scuola di Specializzazione in Urologia dell’Università degli Federico II di Napoli. ..

Profilo di questo autore

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento! Grazie
Il tuo nome