Ipertensione e Disfunzione erettile

0
474

Spesso si compie l’errore (purtroppo anche da parte di alcuni medici) di considerare la disfunzione erettile (DE) come un effetto “collaterale” inevitabile dell’invecchiamento. Ai primi segni di DE vengono prescritti i farmaci PDE5 inibitori (come il Viagra, Cialis, Levitra, Spedra), spesso con successo, ma senza ricercare le cause che hanno originato il disturbo.

In realtà il 70% dei casi di DE dipende da cause di carattere organico.
 Diabete ed ipertensione sono le patologie che più frequentemente causano DE, in quanto comportano una progressiva degenerazione vascolare arteriosa che riduce l’afflusso sanguigno al pene.

L’insorgenza improvvisa di DE può costituire un campanello d’allarme per la salute generale dell’individuo, in quanto può precedere un episodio di ischemia maggiore, in sede coronarica o carotidea (cioè infarto cardiaco o ictus), o può essere sintomo di esordio di microangiopatia, cioè dei processi degenerativi che colpiscono le piccole arterie.

Infatti le arterie peniene sono strutture di piccolo calibro (fig. 1).  e vengono colpite precocemente dai processi degenerativi rispetto  ad arterie più grandi come coronarie, carotidi o arterie femorali, che quindi mostreranno più tardivamente i segni di ostruzione (fig. 2).

Circa il 40% dei casi di DE è causato dall’ipertensione e dai suoi effetti correlati come l’arteriosclerosi, ma è importante sottolineare come una buona quota di questi casi di DE (fino al 25% secondo alcune statistiche) sono causati dalle terapia antipertensive.

Infatti alcuni farmaci antipertensivi di vecchia generazione, come betabloccanti, diuretici, antipertensivi centrali, sono essi stessi causa di DE, che potrebbe essere invece migliorata da altri farmaci antipertensivi come gli ACE inibitori o i Sartani.

In altre parole alcuni farmaci utilizzati per curare l’ipertensione possono essere essi stessi la causa della DE o peggiorarla, innescando un circolo vizioso che aumenta le difficoltà a raggiungere l’erezione nei pazienti che già sono affetti da deficit arterioso.

Ogni caso di DE andrebbe studiato in modo approfondito ed anche la scelta dei farmaci antipertensivi non dovrebbe essere casuale ma su misura, in base alle esigenze ed alle condizioni cliniche del paziente.

Prescrivere un beta bloccante non selettivo in un paziente relativamente giovane affetto da ipertensione, potrebbe causare DE e peggiorare considerevolmente la qualità della sua vita, mentre ciò potrebbe essere evitato prescrivendo un altro farmaco antipertensivo che non ha questo effetto collaterale.

Di fronte ad una disfunzione erettile di nuova insorgenza non si dovrebbe mai assumere soltanto una pillola per risolvere rapidamente il problema, ma sarebbe opportuno contattare sempre uno specialista andrologo, in quanto non esiste una terapia che vada bene per tutti ed il sintomo della DE potrebbe essere la punta dell’iceberg di un problema molto più grande.

Figura 1: sezione di arteria di piccolo calibro (come quella peniena) ostruita dall’arterosclerosi

imm1

Figura 2: Le manifestazioni cliniche dell’ostruzione arteriosa si manifestano tanto più tardi quanto è maggiore il diametro dell’arteria

imm2

Giorgio Gentile

 

Per saperne di più

Markos Karavitakis, et Al. Evaluation of Sexual Function in Hypertensive Men Receiving treatment: A Review of Current Guidelines Recommendation J Sex Med 2011;8:2405–2414

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento! Grazie
Il tuo nome