Le onde d’urto nella terapia della prostatite abatterica cronica.

0
108

La prostatite fu chiamata dal Prof. Nickel nel 1998 “la pecora nera dell’urologo” riferendosi alla difficoltà di trattare una patologia estremamente eterogenea nella sua presentazione e che non solo impatta sulla qualità di vita dell’individuo ma che può progredire con disfunzione erettile sino anche ad un aggravamento dei sintomi legati all’ipertrofia prostatica.

 

L’equipe di Firenze e Catania ha recentemente analizzato l’effetto del protocollo combinato di utilizzo di PDE5i e onde d’urto nel trattamento della prostatite cronica con risultati eccellenti nella rapida diminuzione della sintomatologia associata. Il lavoro sarà presentato il prossimo anno alla comunità scientifica in occasione del congresso internazionale di medicina sessuale ed europeo di urologia.

 

Efficacy of extra-shock wave therapy for chronic prostatitis: a population-based propensity score adjusted analysis.”