Autore: Fabrizio Presicce

Trattare o non trattare? Il ruolo della sorveglianza attiva nel tumore della prostata

Che cosa è la Sorveglianza Attiva? La sorveglianza attiva è una possibile opzione di trattamento per il cancro della prostata localizzato. Consiste in regolari controlli (per i dettagli vedi paragrafi successivi) per monitorare periodicamente il cancro della prostata diagnosticato in precedenza. L’obiettivo della sorveglianza attiva è quello di evitare qualsiasi trattamento radicale, salvo che i test diagnostici non evidenzino una crescita e/o progressione del tumore. Potrebbe sembrare strano e pericoloso non avere un trattamento immediato dopo la diagnosi di tumore, ma spesso il cancro della prostata cresce lentamente e potrebbe non causare alcun problema nella vostra vita. In altre...

Leggi Tutto

RMN e PCa

Novità nel tumore della prostata: il ruolo della risonanza magnetica nucleare (RMN) prostatica   Negli ultimi anni ci sono state numerose controversie sull’utilità dei test di screening per il tumore della prostata. In particolare è stata criticata l’utilità del dosaggio dell’antigene prostatico specifico (PSA), per il rischio di overdiagnosis e di overtreatment (eccessivo ricorso alla biopsia prostatica con il risultato di individuare una neoplasia a basso potenziale di malignità per la quale il paziente non avrebbe mai accusato sintomi e non avrebbe rischiato di morire e per la quale invece rischia di ricevere un trattamento medico e/o chirurgico con...

Leggi Tutto

Che cosa è il PSA?

L’ antigene prostatico specifico (PSA), è una proteina, che viene prodotta dalla prostata. La sua funzione fisiologica è quella di garantire la fluidità del liquido seminale dopo l’eiaculazione, permettendo agli spermatozoi un’adeguata motilità per il raggiungimento della cervice uterina. Dunque il PSA è rintracciabile principalmente nel liquido seminale, tuttavia piccole quantità di questa proteina normalmente circolano anche nel sangue. In presenza di un carcinoma prostatico, i livelli di PSA nel sangue tendono ad aumentare. Il dosaggio del PSA (eseguito tramite un semplice prelievo ematico) permette dunque di rilevare elevati livelli di questa proteina che potrebbero suggerire la presenza di...

Leggi Tutto

Il trattamento dell’iperplasia prostatica benigna (IPB) e dei suoi sintomi

Per il trattamento dell’iperplasia prostatica benigna (IPB) sono disponibili una vasta gamma di trattamenti che includono i farmaci, le terapie mini-invasive e la chirurgia. La scelta migliore del trattamento dipende da diversi fattori, tra cui:   La dimensione della ghiandola prostatica L’età Lo stato di salute generale e le eventuali comorbidità La gravità dei sintomi e il loro impatto sulla qualità della vita     Farmaci   La terapia medica è il trattamento più comune per i disturbi delle basse vie urinarie di grado lieve/moderato, determinati dall’IPB. Le opzioni includono:   Alfa-litici. Questi farmaci agiscono rilassando la muscolatura del...

Leggi Tutto

La Prostata

La ghiandola prostatica La prostata è una piccola ghiandola, di forma simile ad una castagna, presente solo negli uomini, localizzata nel bacino, immediatamente al di sotto della vescica. La prostata è coinvolta nella secrezione del liquido seminale. La sua funzione principale è quella di produrre il secreto prostatico, uno dei costituenti dello sperma, che contiene elementi di nutrimento degli...

Leggi Tutto