Autore: Giorgio Ivan Russo

Troppo sport può nuocere al sesso.

I ricercatori di uno studio pubblicato nel 2017 su Medicine and Science in Sports and Exercise ha evidenziato che gli uomini che fanno tanto, forse troppo esercizio fisico, la libido diminuisce significativamente e la probabilità di avere un desiderio sessuale “spento” è fino a sette volte maggiore rispetto a chi fa sport ma senza esagerare. Tali risultati hanno mostrato che al crescere dell’intensità e della durata dell’allenamento cala in parallelo anche la libido. Fatica e calo del testosterone indotto dal movimento possono avere un ruolo fondamentale, ha affermato Anthony Hackney, docente di fisiologia dell’esercizio all’università del North Carolina e...

Leggi Tutto

Esistono ancora dei meriti del PSA per la diagnosi di tumore alla prostata?

Anche se circa due quinti di tutti i medici (42%) in un recente sondaggio di Medscape ha dichiarato di credere che l’antigene specifico della prostata o PSA è abusato, la stragrande maggioranza (90%) continuano a raccomandarlo per i loro pazienti di sesso maschile. I risultati del sondaggio contrastano le indicazioni dell’US Preventive Services Task Force 2012 che si è schierato contro lo screening del tumore alla prostata tramite dosaggio del PSA. Il sondaggio effettuato da Medscape ha mostrato che, nonostante le polemiche, i medici sono ancora a favore del dosaggio del PSA per i loro pazienti di sesso maschile....

Leggi Tutto

Alti valori della pressione arteriosa centrale aumentano il rischio di eventi cardiovascolari nei pazienti con impotenza

Alti valori di pressione arteriosa misurati a livello dell’aorta sono associati ad un aumentato rischio di eventi cardiovascolari negli uomini con disfunzione erettile (DE), affermano dei ricercatori dell’Università di Atene.   “Data l’evidenza di un’associazione tra disfunzione erettile e di eventi avversi cardiovascolari, il risultato principale dello studio suggerisce che una parte di questo effetto potrebbe essere mediato attraverso l’aumento della pressione arteriosa misurata a livello dell’aorta”, afferma il Dr. Vlachopoulos. “Farmaci che possono ridurre le pressioni centrali potrebbero alleviare il rischio di impotenza” Infatti, per ogni aumento di 10 mmHg della pressione sistolica aortica si riscontrava un aumento...

Leggi Tutto

Il Tè e la Prostata

I fattori nutrizionali e supplementi dietetici giocano un ruolo fondamentale sulla regolazione delle patologie prostatiche in associazione con fattori genetici, ambientali, occupazionali e comportamentali. In particolare, frutta e verdura sono riconosciuti come agenti preventivi in accordo con il National Cancer Institute. Il tè è considerata la bevanda di consumo più popolare nel mondo. Studi recenti indicano che il tè verde possa avere un ruolo nella prevenzione del tumore prostatico. Il consumo di tè verde è stato associato ad una riduzione del rischio di tumore prostatico avanzato ma non nel tumore prostatico localizzato. L’effetto preventivo del tè verde sembra essere...

Leggi Tutto

Quale dieta seguire per la calcolosi?

La calcolosi urinaria rappresenta una delle più frequenti patologie in campo urologico. Tra le diverse cause, senza dubbio l’apporto alimentare può giocare un ruolo fondamentale. La prevenzione infatti della calcolosi urinaria attraverso una modifica della propria dieta rimane uno degli aspetti più importanti in tale patologia. Prima di tutto, bisogna conoscere la composizione e quindi l’elemento più rappresentato del calcolo. Come abbiamo giù pubblicato nel nostro blog, più frequentemente i calculi sono costituiti da ossalati di calcio. Per tale motivo, una dieta in grado di ridurre l’apporto di tale composto potrà essere in grado di prevenire la formazione di...

Leggi Tutto
  • 1
  • 2