Cos’è il lichen scleroatrofico?

lichen scleroatrofico è una rara condizione patologica della pelle. Il più delle volte, compare sui genitali o nella cute intorno all’ano, anche se può formarsi anche su altre parti del corpo come le braccia, torace, schiena o spalle.

Il lichen scleroatrofico è caratterizzato da macchie bianche sulla pelle, che possono essere eventualmente essere pruriginose e/o dolenti. I sintomi possono essere altalenanti venendo e scomparendo nel corso degli anni prima di rimanere fissi. Non esiste una cura della patologia di per se ma solo terapia sintomatiche. 

Colpisce uomini e donne di tutte le età tuttavia è più comune nelle donne, in particolare dopo la menopausa, 1 su 1.000 donne rispetto a 1 su 100.000 uomini.

Negli uomini la zona anatomica più colpita è il pene con la presenza di anelli cicatriziali sul prepuzio e glande tali tal volta da rendere dolorosa l’erezione associata più o meno a fimosi. Talvolta la malattia avanzata può portare anche a restringimento del meato uretrale e rendere difficoltosa la minzione.
Nelle donne, la malattia appare più frequentemente sulla vulva (la zona intorno alla vagina). Il prurito può essere particolarmente fastidioso durante la notte. Non viene tal volta risparmiato anche l’ano con sintomi pruriginosi che rendono fastidiosi i lunghi periodi seduti. Il lichen scleroatrofico può portare a restringimenti dell’introito vaginale e rendere la cute della vagina più delicata e sensibile con ferite e lacerazioni durante il rapporto sessuale.
I pazienti con lichen scleroatrofico hanno più alto rischio di sviluppare cancro della vulva o cancro del pene.

Articoli Correlati