L’ antigene prostatico specifico (PSA), è una proteina, che viene prodotta dalla prostata. La sua funzione fisiologica è quella di garantire la fluidità del liquido seminale dopo l’eiaculazione, permettendo agli spermatozoi un’adeguata motilità per il raggiungimento della cervice uterina. Dunque il PSA è rintracciabile principalmente nel liquido seminale, tuttavia piccole quantità di questa proteina normalmente circolano anche nel sangue.

In presenza di un carcinoma prostatico, i livelli di PSA nel sangue tendono ad aumentare. Il dosaggio del PSA (eseguito tramite un semplice prelievo ematico) permette dunque di rilevare elevati livelli di questa proteina che potrebbero suggerire la presenza di un carcinoma prostatico. Tuttavia, anche molte altre condizioni, come ad esempio una prostata ingrossata o infiammata, possono aumentare i livelli di PSA. Pertanto, un aumento del PSA può indicare un problema con la vostra prostata, ma non necessariamente la presenza di un carcinoma prostatico.

Chi dovrebbe sottoporsi al dosaggio del PSA?

Se hai più di 50 anni è utile discutere con il proprio urologo sui pro e i contro di sottoporsi ad un dosaggio del PSA. Se sei un soggetto a più alto rischio di sviluppare un carcinoma prostatico (ad esempio: razza nera e/o familiarità per carcinoma prostatico) è indicato eseguire un primo dosaggio del PSA intorno ai 45 anni di età.

Che cosa può indicarmi un rialzo del PSA?

Un rialzo del PSA può essere il segno di un problema con la vostra prostata. Questo potrebbe essere:

  • Un ingrossamento della prostata;
  • Un’infiammazione o infezione della prostata (prostatite);
  • Un’infezione delle vie urinarie;
  • Un carcinoma prostatico.È utile ricordare che un rialzo del PSA può essere il segno di un carcinoma prostatico. Tuttavia circa tre quarti degli uomini (76 per cento), con un livello di PSA aumentato, non ha il cancro alla prostata e alcuni uomini con un normale livello di PSA hanno il cancro alla prostata.Un altro esame di screening spesso abbinato al dosaggio del PSA è l’esplorazione rettale. Sentendo o premendo sulla prostata, il medico può percepire eventuali anomalie nella consistenza di questo organo.Né il dosaggio del PSA, né l’esplorazione rettale forniscono informazioni sufficienti per il medico per diagnosticare un carcinoma prostatico. Tuttavia risultati anomali in questi esami possono portare il medico a consigliare una

biopsia della prostata.

Qual è un valore “normale” di PSA?

I livelli di PSA tendono normalmente ad aumentare con l’età.
Questa è una guida molto approssimativa ai “normali” livelli di PSA, a seconda della vostra età.

Un livello di PSA ‘normale’ è inferiore a:

  • 3 ng / ml per gli uomini di età compresa tra 50-59;
  • 4 ng / ml per gli uomini di età compresa tra 60-69;
  • 5ng/mlpergliuominidi70annieoltre.Questa è solo una guida – altre classificazioni potrebbero utilizzare cifre leggermente diverse!
    È utile parlare con il proprio urologo per meglio interpretare i risultati di un dosaggio del PSA.Cosa può influenzare i miei livelli di PSA?Numerosi fattori possono favorire un rialzo del PSA:
  • Un’infezione delle vie urinarie;
  • Un esercizio fisico vigoroso – soprattutto bicicletta – nelle 48 oreprecedenti un dosaggio del PSA;
  • Un’eiaculazione nelle 48 ore precedenti un dosaggio del PSA;
  • Una biopsia della prostata nelle sei settimane precedenti un dosaggiodel PSA;
  • Altre indagini o interventi sulla vescica o sulla prostata, comel’inserimento di un catetere vescicale (potrebbero essere necessarie fino a sei settimane dopo queste procedure prima di eseguire un test del PSA).Quando si esegue un dosaggio del PSA, si dovrebbe inoltre informare il proprio medico sui farmaci che si assumono, poiché alcuni potrebbero influenzare il vostro livello di PSA. Ad esempio, gli inibitori della 5-alfa- reduttasi per il trattamento dell’ipertrofia prostatica, come la finasteride (Proscar) o dutasteride (Avodart®), sono in grado di ridurre il livello di PSA.I vantaggi e i rischi del dosaggio del PSA

È importante valutare i vantaggi e gli svantaggi del dosaggio del PSA. Eseguire un test del PSA è una decisione personale – quello che potrebbe essere vantaggioso per un uomo potrebbe non esserlo per un altro.

PRO

  • Un test del PSA può aiutare a diagnosticare un carcinoma prostatico precocemente.
  • Un carcinoma diagnosticato precocemente è più facilmente trattabile ed aumentano di conseguenza le probabilità di una completa guarigione.
  • Alcuni studi dimostrano che uno screening del carcinoma prostatico, basato sul dosaggio del PSA e sull’esplorazione rettale, può ridurre le morti per cancro della prostata del 21%.

CONTRO

  • Un rialzo del PSA potrebbe richiedere esami addizionali, tra cui una biopsia prostatica. La biopsia ha alcuni rischi, come dolore, infezioni, sangue nelle urine e nel liquido seminale.
  • Effetti psicologici: un rialzo del PSA, anche se non seguito da una diagnosi di carcinoma prostatico, potrebbe causare ansia o disagio.
  • Il carcinoma prostatico in molti casi progredisce lentamente nel corso di molti anni. Pertanto, un uomo potrebbe avere un carcinoma prostatico che non provoca sintomi e che non diventa un problema medico durante la sua vita. Numerosi studi hanno stimato che tra il 23 e il 42 per cento dei carcinomi prostatici, rilevati dal dosaggio del PSA, non causerebbero problemi di salute e non influenzerebbero l’aspettativa di vita.
  • Una diagnosi di carcinoma della prostata potrebbe pertanto esporre alcuni pazienti ad un “overtreatment” (eccesso di trattamento). Bisogna infatti, ricordare che i trattamenti per il cancro alla prostata possono avere effetti collaterali che influenzano la vita quotidiana. Questi includono problemi urinari e intestinali, e problemi ad ottenere e mantenere un’erezione.
Fabrizio Presicce

Fabrizio Presicce

Il dott. Fabrizio Presicce è Specialista in Urologia. Ha conseguito la Laurea con lode in Medicina e Chirurgia nel 2010 presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Gesù..
Fabrizio Presicce

Latest posts by Fabrizio Presicce (see all)